Il concorso letterario per raccontare le storie di uomini che affiancano donne che coraggiosamente lottano contro la malattia

Forte del successo della prima edizione dedicata ai tumori femminili, torna #afiancodelcoraggio, il premio letterario promosso da Roche per raccogliere storie di uomini – padri, mariti, compagni, figli, fratelli, amici, colleghi – che ogni giorno sostengono e accompagnano le donne in lotta contro la malattia.

Testimoni e co-protagonisti di percorsi lunghi, difficili e coraggiosi, in tanti hanno voluto  condividere la propria esperienza intima e personale. Così come Fabio il cui racconto ha commosso la giuria della I edizione. La sua storia, una partita di tennis giocata dalla compagna come metafora della malattia, è diventata lo spot vincitore della prima edizione di #afiancodelcoraggio.

La seconda edizione dell’iniziativa sarà dedicata quest’anno alla sclerosi multipla, una patologia subdola e invalidante che colpisce 114.000 persone in Italia, in prevalenza donne e più frequentemente giovani tra i 20 e i 40 anni.

“Ogni anno cerchiamo di sensibilizzare la comunità su una malattia differente, nella passata edizione i tumori femminili, in questa la sclerosi multipla – commenta Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche in Italia ma non ci accontentiamo di cambiare il tema del premio, vogliamo cambiare per sempre la lente attraverso la quale guardiamo alla malattia: siamo abituati a pensare a uomini che fuggono di fronte alla difficoltà, il che è spesso vero, ma ve ne sono tanti che invece decidono di rimanere e lottare. E’ a loro che ci rivolgiamo.

Il concorso è aperto a tutti gli uomini che abbiano vissuto o stiano vivendo accanto a una donna che affronta la sclerosi multipla. E’ possibile caricare il proprio racconto direttamente sul sito ufficiale fino al 31 gennaio 2018.

ISCRIVITI ORA

Con la nostra newsletter sarai sempre aggiornato sulle attività della Fondazione e sugli sviluppi della Ricerca. Umana.
Prima di registrarti prendi visione della nostra Privacy Policy.

Grazie!