Una tripletta costituita da acalabrutinib, venetoclax e obinutuzumab (AVO) si è dimostrata molto promettente e altamente attiva come terapia di prima linea per i pazienti con leucemia linfatica cronica.
Leggi questo articolo:

https://www.pharmastar.it/news/oncoemato/leucemia-linfatica-cronica-molto-attiva-e-ben-tollerata-tripletta-con-acalabrutinib-in-prima-lineaash19-31011/?fbclid=IwAR0RBlr0srS8WDHg884_OoCigBNYUOciZ9_XBvThQnSMefOWKF83OULc8wg

Fonte: pharmastar.it

ISCRIVITI ORA

Con la nostra newsletter sarai sempre aggiornato sulle attività della Fondazione e sugli sviluppi della Ricerca. Umana.
Prima di registrarti prendi visione della nostra Privacy Policy.

Grazie!