Il crescente numero di studi e gli sviluppi in ambito oncologico, i progressi nello sviluppo di farmaci, il lancio di nuovi prodotti e l’introduzione di nuove terapie stanno favorendo la crescita del mercato globale per la leucemia mieloide cronica (LMC).

L’aumento della prevalenza della Leucemia Mieloide Cronica nei Paesi sviluppati, dovuto a fattori genetici, sta comportando lo sviluppo di nuovi trattamenti e di terapie più efficaci. La ricerca si sta concentrando anche sull’approccio polifarmacologico per lo sviluppo di farmaci in grado di agire su più bersagli. Ciò sta creando opportunità di drug discovery che superano il concetto “un farmaco, un bersaglio”.

Gli inibitori della tirosina chinasi (tyrosine kinase inhibitors, TKI) sono oggi utilizzati su vasta scala; tuttavia, gli effetti collaterali influiscono negativamente sulla crescita di questa classe di farmaci. Quindi, si stanno sviluppando nuovi farmaci e trattamenti per gestire la malattia con successo e senza rischi. In tal senso, la crescita del mercato è anche favorita dall’aumentato sviluppo di terapie farmacologiche combinate.

Poiché l’alto costo del trattamento è il fattore che inibisce maggiormente la crescita del mercato, i produttori si stanno concentrando sulla riduzione dei costi dei TKI. Nello stesso tempo, i governi di vari Paesi stanno prendendo iniziative per fornire i TKI ai pazienti che non se li possono permettere.

Secondo il rapporto di Transparency Market Research (TMR), il mercato globale della LMC vedrà probabilmente una crescita considerevole, registrando nel periodo 2017-2026 un tasso annuo di crescita composto (compound annual growth rate, CAGR) pari al 6,7%. Si stima inoltre che alla fine del 2026 il mercato avrà prodotto ricavi per 8.550,8 milioni di dollari.

Mercato globale del trattamento della leucemia mieloide cronica

Fonte: Transparency Market Research, 2017

Trattamento specifico per ottenere la massima quota di ricavi

Il trattamento specifico per la malattia produrrà probabilmente la massima quota di ricavi, rendendo conto di oltre il 75% della quota alla fine del 2017 [Ndt: la data del comunicato precede la fine del 2017]. Il trattamento specifico è inoltre proiettato verso il superamento dei 7.100 milioni di dollari verso la fine del 2026.

Le farmacie ospedaliere diventeranno il principale canale di distribuzione

Rispetto all’altro canale di distribuzione, le farmacie ospedaliere vedranno probabilmente una crescita significativa dei ricavi nel periodo 2017-2026. Si stima che alla fine del 2026 questi avranno superato i 4.600 milioni di dollari. Tra il 2017 e il 2026 cresceranno anche i ricavi delle farmacie specialistiche.

I farmaci di marca nel mercato globale

I farmaci di marca raggiungeranno probabilmente la massima domanda di mercato nel periodo 2017-2026. Si stima che alla fine del 2026 questi farmaci avranno prodotto oltre 6.800 milioni di ricavi.

Il Nord America sarà probabilmente una delle regioni più importanti nel mercato globale del trattamento della LMC. La crescente consapevolezza dei pazienti circa i nuovi trattamenti e la diagnosi precoce in oncologia sono fattori che fanno crescere il mercato nordamericano. Altri fattori che contribuiscono alla crescita sono la presenza di importanti attori di mercato e l’aumento del numero di approvazioni – da parte della Food and Drug Administration (FDA) – di farmaci per il trattamento della LMC.

Nello stesso tempo, il miglioramento delle infrastrutture sanitarie nei Paesi in via di sviluppo come Cina e India sta contribuendo alla crescita del trattamento della LMC nella regione Asia-Pacifico escluso il Giappone (Asia-Pacific excluding Japan, APEJ).

Monitoraggio della concorrenza

I principali attori nel mercato globale del trattamento della LMC sono, tra gli altri, Novartis, Teva Pharmaceutical, Bristol Myers Squibb, Hoffman-LaRoche e Schering Plough, Pfizer. Recentemente, a causa dell’assenza di benefici con imatinib, è aumentato l’utilizzo di terapie di seconda e terza generazione. Dunque, gli attori di mercato stanno lavorando all’introduzione di trattamenti e farmaci che possano offrire i massimi benefici.

Fonte: Chronic Trasparency Market Research

ISCRIVITI ORA

Con la nostra newsletter sarai sempre aggiornato sulle attività della Fondazione e sugli sviluppi della Ricerca. Umana.

Grazie!