Uno studio aiuta a comprendere quali fattori influiscono sulla qualità di vita nei pazienti oncologici anziani

I risultati di un nuovo studio aiutano a comprendere quali siano i fattori che influiscono sulla qualità di vita correlata alla salute negli adulti con tumori maligni. Pubblicati su Cancer, autorevole rivista dell’American Cancer Society sottoposta a revisione autorevole,  i risultati sottolineano l’importanza di affrontare i sintomi persistenti, gestire le comorbilità, promuovere l’attività fisica nel tempo libero e affrontare i problemi finanziari.

Nel 2016, il 62% dei 15 milioni di persone che negli Stati Uniti erano affette da un tumore maligno aveva dai 65 anni in su. Presto tre quarti delle persone che sopravvivono al cancro saranno in questa fascia di età. Comprendere quali fattori contribuiscono maggiormente a migliorare la qualità di vita – o a mantenere una buona qualità di vita – dopo l’iniziale periodo di trattamento può aiutare a identificare le persone più vulnerabili e a più alto rischio di risultati insoddisfacenti in termini di salute.

Per studiare questo aspetto, Maria Pisu, professore associato presso la Divisione di Medicina Preventiva, e Gabrielle Rocque, assistente alla cattedra di Ematologia e Oncologia, insieme con i loro colleghi della University of Alabama di Birmingham, hanno condotto un’indagine su 1457 adulti di almeno 65 anni. La maggior parte degli intervistati non era in trattamento oncologico attivo al momento dell’indagine e aveva ricevuto la diagnosi da almeno un anno. L’indagine ha riguardato i fattori dei dominî fisico, psicologico, sociale e spirituale in grado di influire sulla qualità di vita.

L’indagine ha osservato che le componenti fisiche e mentali della qualità di vita erano influenzate da fattori appartenenti a diversi domini. I fattori che più contribuivano a una peggiore qualità di vita sul piano fisico includevano le patologie concomitanti e la gravità dei sintomi quali il dolore, la fatigue [Ndt: affaticamento fisico e psicologico] e il sonno disturbato nella settimana precedente l’indagine. Inoltre, erano importanti i fattori sociali correlati alle necessità di supporto, come avere bisogno di aiuto in condizioni di affaticamento. Essere fisicamente attivi sembrava dare un contributo importante a una migliore qualità di vita sul piano fisico. Il fattore che più contribuiva a una peggiore qualità di vita mentale era, ancora, la gravità dei sintomi quali la fatigue e il sonno disturbato. Inoltre, influivano probabilmente fattori quali la necessità di un sostegno emozionale ed eventi associati a difficoltà finanziarie.

“Gli studi sulla qualità di vita tendono a concentrarsi su una singola neoplasia maligna, sul periodo del trattamento e su specifici farmaci o trattamenti oncologici. Tuttavia, poiché le persone sopravvivono alla diagnosi di cancro, è importante capire l’influenza di altri fattori sulla qualità di vita, indipendentemente dal tipo di cancro o di trattamento”, commenta Pisu. “Nel gruppo che abbiamo preso in esame, il tipo di cancro e il trattamento ricevuto non erano tra i fattori più importanti per la qualità di vita.”

Secondo Pisu, il contributo delle difficoltà finanziarie alla componente mentale della qualità di vita era in qualche modo inatteso, perché “Di solito, si è osservato che le difficoltà finanziarie ed economiche sono meno preoccupanti per gli anziani”.

I risultati di questo studio sono rilevanti per la cura delle persone anziane che sopravvivono al cancro. “L’approccio alla cura di questa popolazione deve includere una promozione della salute su tutti i fronti, dall’appropriata gestione dei sintomi e delle comorbilità alla promozione di stili di vita sani” afferma Pisu. “Inoltre, la cura di queste persone dovrebbe riconoscere l’importanza dei loro contesti sociali e le loro necessità di supporto, incluse quelle connesse ad aspetti finanziari.”

Fonte: http://www.wiley.com

 

ISCRIVITI ORA

Con la nostra newsletter sarai sempre aggiornato sulle attività della Fondazione e sugli sviluppi della Ricerca. Umana.
Prima di registrarti prendi visione della nostra Privacy Policy.

Grazie!